Non solo bocca, zigomi, seno, cellulite ma anche piccoli interventi non invasivi di ringiovanimento vaginale: nuova branca della medicina estetica.

A parte gli interventi chirurgici che vengono effettuati per ridurre le piccole labbra (Labioplastica) che si eseguono quando queste sono eccessivamente grandi, la medicina estetica si occupa di ridonare turgore, idratazione ed elasticità ed eventualmente volume ad un tessuto che, come tutti gli altri e, anche di più, risente negativamente di vari fattori di invecchiamento in particolare di quelli ormonali.

Quali sono le alterazioni?

Gli organi genitali femminili, subiscono nel corso della vita, dall’adolescenza attraverso le gravidanze e fino al climaterio, dei cambiamenti morfostrutturali e funzionali. Le modificazioni avvengono in maniera molto lenta ma in prossimità dell’epoca peri-menopausale, che normalmente inizia intorno ai 46-50 anni, per riduzione repentina degli ormoni estrogeni, il processo involutivo va incontro ad una evidente accelerazione.

Come si evidenziano le alterazioni?

A livello vulvare la riduzione degli ormoni estrogeni portano ad alterazioni dell’elasticità, del turgore e dell’idratazione e morfologicamente possiamo evidenziare :
1° una riduzione del volume (ipotrofia vulvare), più spesso evidente a carico delle grandi labbra, dovuto ad una involuzione del tessuto fibro-adiposo
2° una riduzione della elasticità e idratazione a carico della mucosa e delle piccole labbra. Il colorito non sarà più roseo per riduzione della vascolarizzazione.

 

IPOTROFIA GRANDI LABBRA

Come si effettua il ringiovanimento?

Il ringiovanimento dell’area genitale femminile è rivolto sia al trattamento delle ipotrofie delle grandi labbra sia a ripristinare idratazione ed elasticità ai tessuti.

  • Trattamento del volume
    Il volume perso si può ricreare iniettando all’interno delle grandi labbra, più raramente nelle piccole, un filler dedicato a base di acido ialuronico monofasico con un preciso grado di cross-link.
  • Trattamento del trofismo
    Per prevenire e contrastare l’invecchiamento fisiologico e migliorare le condizioni di trofismo ed elasticità cutanea si possono eseguire infiltrazioni con sostanze ad azione biostimolante. Consigliabile soprattutto infiltrazione con i fattori di crescita piastrinici PRP) o con acido ialuronico naturale slow-release (Ial-system ACP) . La terapia può essere associata, per esaltare il grado di idratazione, con l’applicazione topica di gel particolari ad azione umettante e trofica. La secchezza vulvare ed il prurito miglioreranno molto.
Come avviene il trattamento “Volumizzante” delle grandi labbra?

Il trattamento si esegue in ambulatorio e normalmente non necessita anestesia o al massimo una piccola anestesia locale effettuata nel punto di introduzione della cannulina. Si fa un mappaggio che delimita i punti più salienti delle grandi labbra. Attraverso un piccolo forellino si introduce una cannula che verrà utilizzata per iniettare il prodotto.


Anestesia locale - Introduzione del prodotto - Post – trattamento

Il prodotto utilizzato è molto particolare e non solo ripristina il volume delle grandi labbra in modo totalmente naturale ma nello stesso tempo ne migliora l’elasticità e l’idratazione.

Ci possono essere effetti collaterali?

Generalmente assenti o al massimo possono venire delle piccole ecchimosi.
Il trattamento non è affatto doloroso e la paziente può immediatamente riprendere l’attività lavorativa.

Perché effettuare il trattamento?


Oggi il benessere psico-fisico è considerato nella sua totalità e, problemi di cui prima difficilmente si parlava, possono essere facilmente trattati : non sono più un tabù, o forse non ancora per tutti.

Ci troviamo di fronte ad un allungamento della vita e anche di quella riguardante la sfera sessuale.

Attraverso queste semplici e non invasive terapie la donna può preservare o comunque accentuare la sua femminilità presentandosi così nella sua forma migliore.

L’età media di tali interventi varia dai 45 ai 60 anni.