Le smagliature (o strie atrofiche distensae) sono delle lesioni depresse, simili a cicatrici, presenti sulla pelle che possono virare dal rosso al colore bianco, indice di destrutturazione del tessuto ( fibrosi).

LASER FRAZIONATI CO2 per SMAGLIATURE BIANCHE

Ottimi risultati si possono ottenere con il laser chirurgico CO2 frazionato sulle smagliature di vecchia data (bianche) dove cioè prevale il processo cicatriziale.

Cosa fa il Raggio Laser

Passando con il raggio laser frazionato lungo il decorso della smagliatura vengono rimosse piccole porzioni della lesione stessa : ciò provocherà un “collasso” nella larghezza della smagliatura e successiva apprezzabile riduzione della grandezza.

Quante sedute occorrono

Il numero di trattamenti varierà in rapporto alla larghezza della smagliatura comunque, per avere una buona rimozione, il trattamento deve essere ripetuto per almeno 3 volte , distanziati 40 giorni, ed i risultati sono molto buoni potendo ottenere una netta riduzione fino, in alcuni casi, alla scomparsa della smagliatura.
Il risultato può essere migliorato effettuando, tra una seduta e l’altra di laser, infiltrazioni lungo la smagliatura di sostanze ad azione biostimolante, come acido ialuronico biointerattivo, o fattori di crescita piastrinici.

LASER DIODICO 808 per SMAGLIATURE ROSSE

Questa tipologia di laser viene utilizzata per le smagliature recenti di colore rosso dove prevale cioè un processo infiammatorio.

Cosa fa il Raggio Laser

In questo caso non si tratta di un laser chirurgico, come il precedente, ma di un soft-laser. Il laser diodico possiede proprietà antinfiammatorie e rigeneratrici. Quindi effettuando dei passaggi ripetuti lungo il decorso della smagliatura da un lato si riduce il processo infiammatorio in atto e dall’altro, attivando i processi di produzione di energia cellulare, si innesca un processo di riparazione dermica.

Quante sedute occorrono

Per ottenere una buona riduzione dell’intensità del processo infiammatorio e una rigenerazione dermica occorre mediamente un ciclo di 10 sedute a cadenza settimanale. Ma la cosa ancor più importante è che in tal modo riusciamo a bloccare o a rallentare l’evoluzione del processo che avrebbe portato a lesioni cicatriziali di entità sicuramente maggiore.